UNA PICCOLA CASA EDITRICE INDIPENDENTE NELLA CAMPAGNA MARCHIGIANA

 

 Gwynplaine è una piccola casa editrice indipendente con sede a Camerano (Ancona) che pubblica saggistica storico-politica d'opposizione e narrativa esordiente di autori marchigiani.

Novità in libreria

Argo. Annuario di poesia 2016, pp. 357

Euro 10,00 (collana Argo), 2017

 

L'Annuario di poesia 2016, presentando i lavori dei migliori poeti italiani contemporanei, intende arricchire e sviluppare il dibattito intellettuale sulla poesia, cercando di uscire dal formalismo e dall'intimismo in spesso è relegato il ruolo del poeta, per restituire spazio, riflessione e voce alla parola poetica, portarla nuovamente a dialogare con il pubblico, favorendo le traduzioni e le relazioni culturali tra i popoli.

Angelo Monaldi

I francescani nel Conero. Insediamenti minoritici nella zona del Conero tra storia e storiografia (secoli XIII - XV), pp. 153

Euro 12,00 (collana RED), 2017

 

Le Marche, a partire dagli inizi dell'esperienza francescana, rappresentano un punto di riferimento in quanto a diffusione iniziale e successivi sviluppi dell'Ordine minoritico nel corso dei secoli. Gli insediamenti di Ancona, Camerano, Castelfidardo e Sirolo affondano le loro radici proprio nel XIII secolo, anche se di difficile risoluzione, vista la quasi totale mancanza di una documentazione storica, risulta stabilire quando precisamente vennero alla luce. In prima battuta si metterà in evidenza quanto l'aspetto leggendario, le tradizioni popolari e quelle storiografiche hanno cercato di interpretare nel corso dei secoli. Si darà inoltre testimonianza di quelle che sono le rare fonti che ci dimostrano con sicurezza la presenza e gli sviluppi dei conventi minoritici nella zona del Conero.

Carmine Mangone

Il gatto e la sua proprietà, pp. 90

Euro 10,00 (collana RED), 2016

 

Non fatevi ingannare dal titolo: questo libro non è rivolto soltanto ai gattofili. L'autore, ibridando frammenti letterari, filosofici e autobiografici, crea infatti un percorso di lettura che fa del gatto il punto di partenza per riflessioni di carattere generale sulla vita e sul mondo. Nel tessere l'elogio del piccolo felino, Mangone riesce a passare dal poeta Lorca al filosofo Stirner, dalla dea egizia Bastet al sabotaggio rivoluzionario, dal concetto di territorio ad una critica della domesticazione, portando a spasso il lettore (e gli amanti del gatto) attraverso annotazioni curiose, accorate, sorprendenti. Un libro che cala il gatto in una prospettiva inconsueta, lontana sia da facili implicazioni animaliste, sia dal più trito e banale antropocentrismo.

Ulrike Meinhof. Una vita per la rivoluzione. R.A.F. Teoria e prassi della guerriglia urbana, pp. 277

Euro 15,00 (collana RED), 2016

a cura di G. Bausano, E. Quadrelli

 

Nella notte tra l'otto e il nove maggio del 1976, nel carcere di Stammheim, moriva Ulrike Meinhof, uno dei principali quadri dirigenti della RAF (Rote Armèe Frakton). Nata sull'onda del movimento studentesco e antimperialista tedesco, la RAF si pone l'obbiettivo di organizzare una guerriglia counista in Europa, cuore del sistema imperialista internazionale. Questo volume raccoglie gli scritti politici prodotti dall'organizzazione armata e fotografa gli albori di ciò che sarà comunemente nota come "era del capitalismo globale". Il volume è arricchito da un lungo e approfondito saggio introduttivo dei due curatori.

Emmanuel J. Sieyès

Che cosa è il Terzo Stato, pp. 163

Euro 13,00 (collana RED), 2016

a cura di R. Martucci / traduzione di V. Cuccaroni

 

Vi sono libri che hanno contribuito a rovesciare tiranni e regimi e "Che cosa è il Terzo Stato?" dell'abate Sieyès fu uno di questi. Questo violentissimo ed efficace pamphlet costituì il "detonatore" teorico dello scoppio della Rivoluzione Francese imponendosi come manifesto politico delle rivendicazioni della borghesia rivoluzionaria contro i privilegi nobiliari e l'assolutismo di Ancien Régime. Pubblicato anonimo all'inizio del fatidico '89, circolò di mano in mano con una fortuna crescente, trovandosi al centro delle discussioni nei caffè e nei club politici di Parigi e diffondendosi in breve ovunque, in Francia e in Europa. Definito da Tocqueville "un vero e proprio grido di guerra", "Che cosa è il Terzo Stato?" mise in discussione con un'implacabile requisitoria l'intero ordinamento sociale e politico del Regno di Francia, suggerendone il radicale azzeramento e invitando les citoyens a prendere nelle proprie mani le redini della cosa pubblica.

Maria Grazia Maiorino

Angeli a Sarajevo, pp. 157

Euro 13,00 (collana Crisalide), 2015

 

L'anima dei racconti in "Angeli a Sarajevo" è la relazione vissuta nelle sue varianati amicali, carnali, materne e artistiche. Ci sono amicizie a distanza che si nutrono di parole, di passioni comuni, di confronto, c'è l'amore che vive tra le macerie di due guerre e ancora incontri che sovvertono l'ordine di una vita. La mente protagonista, cuce le esperienze, le rivive, le rielabora per cercare un ideale porto franco, una nuova "casa delle iris", un nido finalmente compiuto, dove si uniscono solitudini e si genera poesia.

Argo. Annuario di poesia 2015, pp.316

Euro 10,00 (collana Argo), 2015

 

L'Annuario di poesia 2015, presentando i lavori dei migliori poeti italiani contemporanei, intende arricchire e sviluppare il dibattito intellettuale sulla poesia, cercando di uscire dal formalismo e dall'intimismo in cui spesso è relegato il ruolo del poeta, per restituire spazio, riflessione e voce alla parola poetica, portarla nuovamente a dialogare con il pubblico, favorendo le traduzioni e le relazioni culturali tra i popoli.

Armando Borghi

Mezzo secolo di anarchia (1898-1945), pp. 400

Euro 17,00 (collana RED), 2015

a cura di L. Balsamini

 

Alessandro Pertosa, Lucilio Santoni

Maledetta la Repubblica fondata sul lavoro. Conversazione cristiana e libertaria, pp.199

Euro 15,00 (collana RED), 2015

prefazione di Marco Calabria e Gianluca Carmosino / introduzione di Marco Craviolatti

 

La lettura di questo libro è consigliata a tutti, poiché tutti siamo coinvolti in una storia di violenza e soprusi che nulla concede all'amore, alla sensibilità e al respiro spirituale cui anela l'umanità intera. Tutti siamo immersi in una cultura del lavoro cieco e del consumo, una cultura autoproclamatasi superiore, ma in realtà molto prossima alla barbarie. E allora questo è un libro importante, che dice, in fondo, la necessità di sperimentare altre prospettive, lontane dal main stream, per recuperare una dignità perduta, per erotizzare la vita e scommettere ancora, come fanno da sempre i cristiani e i libertari, sulla felicità.

Giulia Bausano, Emilio Quadrelli

Classe partito guerra. Ce n'est qu'un debut. Continuons le combat!, pp. 351

Euro 15,00 (collana RED), 2015

 

I saggi raccolti in questo volume provano ad affrontare la "questione del partito", tenendo costantemente a mente la nuova composizione di classe che il capitalismo globale ha fatto prepotentemente emergere, dentro quella tendenza alla guerra alla quale la crisi sistemica del modo di produzione capitalista sembra inevitabilmente condurre. Per tali motivi la "questione Siria" e il nodo dell'internazionalismo all'interno della fase imperialista globale occupano un ruolo centrale nei saggi proposti. Sullo sfondo di ciò, una parte dei testi, provano a ragionare sulla forma partito all'interno di uno scenario in cui l'insieme delle retoriche proprie del Novecento, a partire da una specifica concretizzazione delle relazioni industriali, è andato bellamente in archivio obbligando il marxismo e il leninismo a formulare un'ipotesi politico/strategica all'altezza dei tempi. Il testo si propone dunque come strumento di analisi e di dibattito tra tutte quelle aree politiche che, nel presente, si pongono con urgenza il compito dell'agire da partito dentro gli scenari oggettivi e obbligati sedimentati dalla fase imperialista globale.

Ho Chi Minh

Diario dal carcere, pp. 155

Euro 13,00 (collana RED), 2015

a cura di C. Cretella, G. Ferrarello / traduzone di Joyce Lussu / con un saggio biografico di Vo Nguyen Giap

 

Un classico ormai introvabile, il diario di Ho Chi Minh, grande capo rivoluzionario vietnamita, scritto durante la sua disumana prigionia. Poesie incredibilmente semplici e potenti, rese eterne dalla traduzione di Joyce Lussu. Edito in Italia per la prima volta alla vigilia dell'annus mirabilis 1968, il libro ebbe un'importanza fondamentale per quella generazione impegnata a voler cambiare il mondo e a fermare la guerra del Viet Nam. Con questi versi Ho Chi Minh scolpisce un canto alla resistenza, all'amore per la vita e la libertà.

L'Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie tra Novecento e Duemila, pp. 745

Euro 20,00 (collana Argo), 2014

a cura di M. Cohen, V. Cuccaroni, G. Nava, R. Renzi, C. Sinicco

 

"L'Italia a pezzi" è il primo risultato di una lunga ricerca iniziata nel 2008 dalla rivista Argo e proseguita per cinque anni con un folto gruppo di giovani critici, dalla quale è scaturita una mappatura della produzione poetica neodialettale e postdialettale dell'ultima fase del Novecento e dei primi anni del Duemila. L'antologia rappresenta un nuovo approdo e un punto di partenza per la poesia e per la letteratura contemporanea in Italia. Questo lavoro colma un vuoto creatosi negli ultimi quindici anni, durante i quali, dopo le approfondite esplorazioni compiute da Franco Brevini, si è registrata una quasi totale mancanza di accoglienza per le voci neodialettali da parte della grande editoria, a fronte di una produzione sempre più ricca e qualitativamente notevole. "L'Italia a pezzi" propone al lettore una campionatura di autori per i quali il ricorso alla scrittura dialettale non si configura come ripiegamento sul piccolo mondo antico, ma come un necessario incontro con la realtà/contemporaneità, che in molti poeti antologizzati produce scarti linguistici dalla norma.

Antonientta Langiu

Sa Contra. Racconti sardi, pp. 100

Euro 10,00 (collana Crisalide), 2014

prefazione di Joyce Lussu

 

 

 

 

Illustratore: Filippo Mattioli

Una settimana rossa, pp. 83

Euro 12,00, 2014

Joyce Lussu

L'acqua del 2000. Su come la donna e anche l'uomo, abbiano tentato di sopravvivere e intendano continuare a vivere, pp. 129

Euro 13,00 (collana RED), 2014

a cura di C. Cretella

 

"L'acqua del 2000", edito nel 1977, è uno straordinario saggio di predizione: Joyce Lussu si pone il problema di come la donna e l'uomo possano continuare a vivere in un ambiente che il capitalismo sta depauperando. Un viaggio dal Neolitico alle streghe, dalla scienza al potere della tecnologia precluso alle masse, fino al pensiero ecologista, che Joyce tra le prime ha abbracciato e diffuso in Italia. Una profezia, quella della possibile privatizzazione dell'acqua, che si avvera proprio nei nostri tempi: la lucidità, la preveggenza e la saggezza di Joyce Lussu ci accompagnano ancora oggi e rendono questo testo di grande attualità. Poiché, ci ricorda Joyce, tutti facciamo storia, già solo per il fatto di esistere, ed è per questo che non possiamo smettere di interrogarci sul nostro passato, per costruire la possibilità di un "futuro vivente".

Carmine Mangone

Quest'amante che si chiama verità. Microinsurrezioni, pp. 117

Euro 10,00 (collana RED), 2014

illustrazioni di Marco Castagnetto

 

Parlare d'amore può apparire oggi di una banalità sconcertante: da una parte, abbiamo i limiti ormai patetici del romanticismo; dall'altra, ci scontriamo quotidianamente contro gli elementi "pornografici" elaborati dal capitale per venderci qualsiasi cosa. In tutto questo, c'è ancora spazio per la beata violenza dell'oscenità o per una tenerezza immediata e senza contropartita? Possiamo ancora pensare un mondo po-etico in cui tracciare un percorso sovversivo che sia amoroso, carnale e testardamente legato all'unicità dei viventi? Questo libro apre innumerevoli questioni e propone, intersecando registri teorici e letterari, un percorso assolutamente originale verso ciò che l'autore definisce comunizzazione anarchica: nucleo "fiammeggiante" di ogni possibile ed auspicabile insurrezione libertaria.

Giovanni Lanza

Colonialista a me? Perché noi occidentali siamo ricchi, presuntuosi e spesso razzisti, pp. 221

Euro 15,00 (collana RED), 2014 

 

L'Occidente si sente la guida dei popoli del mondo. Non per niente ci vantiamo di avere la migliore democrazia, l'economia più ricca, il benessere più diffuso, il più ampio numero di diritti garantiti, in un quadro di cultura e religione tolleranti. In realtà la percezione di noi stessi si basa su una montagna di pregiudizi, di falsi miti, di illusioni che da soli ci siamo create e alimentate. è venuto il momento di riposizionarci e cercare di scoprire la "Verità degli altri", guardando più a fondo quello che è stato e quello che è il nostro rapporto con i popoli del mondo, senza tralasciare l'Italia, che non può continuare a sentirsi diversa e migliore, come in genere tende a fare. Il nostro modello di sviluppo non è la soluzione per chi nel mondo vive in misera, ma la malattia che la genera.

Marx, Engels, Lenin, Stalin

La guerra partigiana vista dai classici del marxismo-leninismo - pp. 286 - Euro 15,00 (collana RED), 2014

 

 

 

Carmine Mangone, Emile Pouget, Comontismo e altri, Sabotaggio mon amour, pp. 162

Euro 13,00 (collana RED), 2013

 

 

Fabio Noio, Il pauperistapp. 132

Euro 13,00 (collana CRISALIDE), 2013

 

"Il pauperista" è un libro scritto solo di frasi. Una quotidianità cadenzata su sopralluoghi ai vari angoli del passato, un rapporto amoroso che si dissolve forse in delitto, brevi accenni di cronache, rapidi incontri e addii. In attesa che il proprio nome non significhi più niente per nessuno. Imperniata temporalmente sul 2004, cioè l'anno della capitale europea, quale Genova formalmente era, e su spostamenti minimi quanto profondi in Germania, la storia è come annegata nella densità della sua scrittura, la quale non abbassa lo sguardo davanti alle cose, bensì le nomina e gestisce in una scorribanda verbale inebriante e criptica. Un libro torbido che trasmette la necessità ineluttabile di infurirare. Perché "chi è capace di leggere viene comportato come un accecato".

 

"Che dov'è iniziato questo procedere alla diserzione, in un luogo ch'è corpo e corpo appena entrato, non voglio più pensare; che un bruciore obliquo, terra negli occhi intempestivamente aperti". 

Mao Tse-tung, Ribellarsi è giusto!pp. 134

Euro 12,00 (collana RED), 2013

a cura di R. Sassi

 

L'enorme complessità del marxismo può riassumersi in una frase: "Ribellarsi è giusto". Per secoli al popolo è stato detto: "Opprimere o sfruttare il popolo è giusto, ma è sbagliato ribellarsi". Il marxismo ha ribaltato questa tesi.

 

Mao Tse-tung è attuale, oggi più che mai. Di più, il pensiero di Mao è indispensabile a chi non vuole arrendersi alla morte delle intelligenze, dei corpi e della natura, a chi propone solo sfruttamento, inquinamento e guerra - l'orizzonte insuperabile del dominio del capitale. Vogliono imporci un "sì" convinto, o perlomeno rassegnato. Mao ci insegna a dire "no". 

Carlo Cafiero, Errico Malatesta, Pietro Gori, Luigi Fabbri

W l'anarchia!, pp. 157 

Euro 13,00 (collana RED), 2013

a cura di A. Senta

 

Il volume raccoglie alcuni scritti sull'anarchia dei più rappresentativi esponenti italiani del movimento libertario tra fine '800 e inizio '900. Non verità storiche assolute, ma stimoli alla critica del mondo odierno e all'azione contro e oltre l'attuale società capitalistica. Gli scritti proposti sono Rivoluzione di Carlo Cafiero, L'anarchia di Errico Malatesta, Le basi morali dell'anarchia di Pietro Gori e L'ideale anarchico di Luigi Fabbri.       

L'idea degli antenati. Poesia del Black Power, pp.163

Euro 14,00 (collana RED), 2013

a cura di J. Lussu /  introduzione di Roberto Giammanco / postfazione di Silvia Baraldini

 

Curato e tradotto da Joyce Lussu, il presente volume raccoglie una selezione di poesie scritte durante gli anni del Movimento per i diritti civili negli Stati Uniti dai migliori poeti del "Black Power". I versi proposti esprimono la sofferenza e la volontà di lotta degli afro-americani di fronte a una questione razziale ancora oggi, nell'America di Obama, tutt'altro che risolta, come spiega Silvia Baraldini nella sua post-fazione all'opera. Con un saggio introduttivo di Roberto Giammanco.     

Maria Grazia Maiorino, L'America dei fari, (racconti)

pp. 147, Euro 13,00 (collana CRISALIDE), 2013

 

Nei racconti di Maria Grazia Maiorino è sempre riconoscibile una voce ricorrente, un passo originale, pur nella varietà delle storie. Uno dei fili conduttori è certamente la natura, e in particolare la terra marchigiana, dal mare all’Appennino, dal profilo delle colline a quello dei paesi, con i suoi personaggi che aleggiano come numi protettori. C’è poi Ancona e il suo porto, incastonati come un “luogo pavesiano” tra desiderio di fuga e nostalgia, tra bisogno di appartenenza e rilkiano sguardo degli addii, punto di partenza per viaggi reali ma soprattutto interiori. Ne "L’America dei fari", l’assenza si fa presenza, le storie danno voce a chi resterebbe muto, magicamente, perfino gli oggetti possono parlare, e gli animali, basta osservarli con attenzione. Basta entrare in risonanza con tutti loro. 


Valerio Cuccaroni, L'Arcatana. Viaggio nelle Marche creative under 35, (con prefazione di Antonio Rezza), pp. 116

Euro 10,00 (fuoricollana), 2013

 

Dalle inesplorate Marche sono sempre più numerosi i giovani musicisti, narratori, poeti, cineasti, illustratori, artisti visivi e performativi che si guadagnano la ribalta nazionale e internazionale. L’universo artistico marchigiano under 35 è in continua espansione e, oltre a raccogliere consensi all’esterno, all’interno del territorio genera, in una reazione a catena, la moltiplicazione degli spazi e dei progetti. Di questo big bang creativo si dà conto in questo libro, frutto di un anno di esplorazioni, pubblicate a puntate nella rubrica «L’arcatana», curata dall’autore per «Il Resto del Carlino Ancona», e aggiornate per l’occasione.

Ratgeb (Raoul Vaneigem), Dallo sciopero selvaggio all'autogestione generalizzata, (con nuova introduzione dell'autore e un saggio di Carmine Mangone), pp. 163

Euro 13,00 (collana RED), 2013

a cura di C. Mangone

 

Pubblicato originariamente nel 1974 dall’ex situazionista Vaneigem con lo pseudonimo di Ratgeb, l’opuscolo rivoluzionario che avete fra le mani è una vera e propria cavalcata anticapitalista, un inno al desiderio della rivoluzione, nonché un elenco appassionante di metodologie e mezzi per realizzarla. La nuova traduzione italiana, finalmente completa, è caratterizzata da un’introduzione dell’autore scritta appositamente per l’occasione, che riprende e pone in una nuova prospettiva alcuni degli incitamenti all’insurrezione libertaria contenuti nel suo pamphlet del ’74. Il tutto viene accompagnato da un saggio di Carmine Mangone, il quale non fa altro che rilanciare l’opzione sovversiva anarchica e “comunizzatrice” agganciandola a vecchi sogni e a nuovi concetti. 

Pëtr A. Kropotkin, L'anarchia 

pp. 129, Euro 12,00 (collana RED), 2013

a cura di A. Senta

 

Il presente volume si compone di tre importanti scritti dell’anarchico e rivoluzionario Pëtr A. Kropotkin. Il primo scritto proposto è il famoso opuscolo "L’anarchia: la sua filosofia e il suo ideale", testo di una conferenza che Kropotkin tiene a Parigi nel 1896 per spiegare ai lavoratori parigini cos’è l'anarchia e quali sono gli scopi e gli obiettivi del movimento libertario. Completano il volume il capitolo "Il Comunismo anarchico" – tratto da una delle opere più importanti e compiute di Kropotkin: "La conquista del pane" – e l’opuscolo "Ai giovani".

Manuale di autodifesa politico-legale del militante

pp. 147, Euro 12,00 (fuoricollana), 2013

a cura del Comitato Promotore "Campagna contro l'art. 270 del C.P. e contro tutti i reati associativi" 

 

Questo “manuale” intende fornire strumenti concreti a chi prende parte attiva allo scontro sociale, per una maggiore conoscenza dei congegni creati al fine di reprimere la variegate forme di dissenso. Vuole essere anche un’occasione di riflessione più generale per rimettere al centro dell’azione politica collettiva di tutti e di tutte noi il valore della solidarietà di classe, un “valore” non inteso in senso morale, ma come elemento concreto attorno a cui sviluppare oggi, in questo contesto sociale, identità e ricomposizione politica.

Oscar Wilde, L'anima dell'uomo nella società socialista. Testo inglese a fronte, pp. 134,

Euro 12,00 (collana RED), 2012

a cura di C. Cretella

 

In questo saggio Oscar Wilde espone la sua idea di società ideale: una società socialista dove è bandita ogni forma di dominio dell’uomo sull’uomo sia economica, sia statuale. Un’idea di socialismo vicina al comunismo anarchico, dove largo spazio viene  lasciato al ruolo dell’artista e alla capacità di autorganizzazione degli individui.

Raoul Vaneigem, Banalità di base, pp. 102,

Euro 10,00 (collana RED), 2012

a cura di C. Mangone

 

Nell’ottica di un rovesciamento radicale del mondo capitalista, l’autore critica le basi dell’asservimento e le dinamiche consumiste della società contemporanea, interrogandosi sull’eventuale ruolo rivoluzionario della “cultura” e introducendo concetti (come quelli di spettacolo e détournement) che faranno la fortuna postuma dei situazionisti. Il testo di Vaneigem è accompagnato da un breve saggio di Carmine Mangone, che contestualizza e critica la brillante esperienza situazionista.  

Paolo Cassetta - Emilio Quadrelli, Noi saremo tutto. Nuova composizione di classe, conflitto e organizzazione,

pp. 192, Euro 14,00 (fuoricollana), 2012

 

C’è una linea comune che unisce i recenti scontri di piazza, con la crisi politica della sinistra italiana, incapace di rappresentare non solo il “nuovo proletariato”, ma anche un'intera generazione. C’è una linea comune che unisce l’assalto alla previdenza e l’ennesimo aumento della precarietà sul lavoro con l’emergere, in Italia, di una nuova e generica figura sociale: il lavoratore dequalificato, non sindacalizzato e disponibile allo sfruttamento. Il libro illustra le linee di questi collegamenti e spiega perché oggi la ricomposizione di classe sia obbligata a percorrere strade nuove. 

Giuseppe Rensi, Contro il lavoro, pp. 152,

Euro 13,00 (collana RED), 2012

prefazione di F. Baleani 

 

"Tutti gli uomini odiano il lavoro. E necessariamente e con ragione: perché il lavoro è meritatamente odioso". 

 Un saggio contro il lavoro, dal filosofo che contrastò Croce e Gentile facendo propria una visione del mondo scettica e pessimistica.

Victor Serge, Quello che ogni rivoluzionario deve sapere sulla repressione, pp. 172, Euro 14,00 (Collana RED), 2012

Prefazioni di E. Hazan e R. Greeman

 

All'indomani della rivoluzione russa Victor Serge è tra coloro che hanno accesso a centinaia di documenti e rapporti della temibile polizia politica zarista, l'Okhrana. Dalla lettura di questa documentazione Serge trae una sorta di guida pratica sulle tecniche di repressione poliziesca, ancora oggi attuale, nell'era della sorveglianza e della repressione "tecnologica".

Joyce Lussu, Un'eretica del nostro tempo. Interventi di Joyce Lussu ai Meeting anticlericali di Fano (1991-1995), pp. 171, Euro 13,00 (collana RED), 2012

a cura di L. Balsamini / introduzione di M. Franzinelli

 

Joyce affronta temi a lei cari e sempre attuali: la riflessione su femminismo, anticlericalismo, pacifismo e antimilitarismo; l’attenzione verso l’educazione delle giovani generazioni; la rivendicazione dell’approccio materialistico alla vita contro le costruzioni astratte e dogmatiche di religioni e ideologie.

Marco Benedettelli, La regina non è blu, pp. 129,

Euro 12,00 (collana CRISALIDE), 2012

prefazione di A. Ferracuti

 

Nello zibaldone di Benedettelli le storie risultano parti infinitesime di esistenze in transito, in movimento, simili all'andamento di un "corto", di un videoclip, dove gli eroi perduti sono sempre più soli e incapaci di essere personaggi, protagonisti. Vivono la loro deriva generazionale di figli indeboliti della nuova Europa in un io disperso (...).

Joyce Lussu, L'uomo che voleva nascere donna, pp. 155,

Euro 13,00 (collana RED)

a cura di C. Cretella

 

Che fa una donna che si trova nell'occhio di una guerra terribile, organizzata e condotta dagli uomini, che ha bruciato tutti gli spazi del confronto civile e non lascia aperto che il confronto delle armi, nell'alternativa tra la complicità e la lotta, tra la schiavitù e la vita?

Giulia Bausano - Emilio Quadrelli, Per Lenin. Materialismo storico e politica rivoluzionaria, pp. 228,

Euro 14,00 (fuoricollana), 2012

 

Il volume è rivolto a un pubblico di lettori interessato ad acquisire strumenti conoscitivi indispensabili per svolgere al meglio la propria militanza politica e sindacale. Raccoglie due saggi di teoria marxista. Nel primo viene analizzato il nesso tra forma-stato e forma-guerra. Il secondo testo introduce il pensiero politico di Lenin provando a discuterne l'attualità.

Anatole France, Sulla pietra bianca, pp. 149,

Euro 13,00 (collana RED), 2011

 

A Roma, un gruppo di amici francesi si riuniscono per discutere e ragionare sull'uomo e sulla civiltà. Religione, colonialismo, imperialismo, socialismo sono i temi principali trattati nelle appassionate discussioni, tra ironia, disillusioni e speranze in un futuro di pace e uguaglianza tra gli uomini. Contiene il noto racconto di fantascienza socialista Per la porta di corno o per la porta d'avorio.

Appuntamenti

novità Gwynplaine di prossima pubblicazione

Carmine Mangone, L'insurrezione che è qui. Max Stirner e l'unione dei godimenti (uscita: novembre 2017)